Marketing H2H: un approccio “human”

Mai come oggi, nella situazione attuale che stiamo vivendo prodotta dal virus COVID-19, si parla di HUMAN MARKETING.

Si parla di «UMANESIMO DELLA COMUNICAZIONE», un approccio più umano verso il CLIENTE…dove al centro vi è comunque la RELAZIONE e la SFERA DELLE EMOZIONI.

«Ascoltali, interagisci, aiutali e mostrati per quello che sei, un po’ imperfetto, auto ironico, umano». Mostrati per quello che sei, UMANO!

Questa è l’era dello «Human to Human» come la definisce nel suo libro Bryan Kramer, CEO di PureMatter. Uno tra i più importanti uomini d’affari americani, co-fondatore e CEO di PureMatter; un’agenzia di social media.

È anche un autore, uno stratega dei social media e fondatore del movimento #H2H.

Kramer definisce  la fine del B2C e l’approccio H2H (Human to Human)…

L’approccio H2H pone al centro il concetto di UMANITA’ della COMUNICAZIONE. Le aziende DEVONO METTERCI LA FACCIA, IN TUTTI I SENSI. Più un marchio si umanizza, più dimostra la sua vera identità anche negli errori, più l’utente lo percepisce vicino a sé e ci si identifica.
Con attenzione e moderazione, il marchio può mostrarsi anche fragile e vulnerabile e far breccia nel cuore del Cliente (Marketing Emozionale).