Le 7 leve del marketing

Questo concetto venne introdotto per la prima volta negli anni ’60 da Jerome McCarthy, un accademico statunitense considerato ancora oggi il
padre del marketing moderno. Secondo McCarthy, la buona riuscita del progetto (marketing mix) è frutto della combinazione di quattro leve decisionali di marketing, chiamate 4 P:
– product (il prodotto in senso ampio, cioè l’insieme di tutto ciò che offriamo al cliente funzionalità, packaging, qualità, etc)
– price (il prezzo, comprensivo di tutto ciò che influisce sul prezzo finali come sconti, modalità di pagamento, listino, etc)
– placement (la distribuzione, tutto ciò che concerne gli aspetti distributivi del prodotto)
– promotion (la promozione, comunicazione, pubblicità, relazioni pubbliche, etc. cioè tutto ciò che “porta” il cliente verso il prodotto o servizio)

Ma dopo tutti questi anni le 4 P sono ancora attuali? La risposta è: certo che si! Anche se oggi si parla di 7 P.
Alle 4 di cui abbiamo parlato sopra si aggiungono:
– people (persone, cioè il target che si vuole raggiungere quindi a chi l’azienda vuole parlare, chi l’azienda vuole “colpire”)
– process (processo inteso come processi aziendali, attività, procedure, etc)
– physical evidence (percezione, intesa come valutazione del cliente a seguito di un prodotto venduto o di un servizio erogato – la percezione che un utente finale ha dopo aver acquistato qualcosa… come è percepito il servizio dal cliente? Che si trasforma in passaparola, recensioni in forum-chat, commenti sui social, etc)

Solo con un giusto mix tra questi pilastri fondamentali potremo creare una vera strategia marketing di successo!